Peperoncino calabrese

Scritto da utente on . Postato in saperi e sapori

Il peperoncino è una pianta (e frutto) appartenente al genere Capsicum (lo stesso dei peperoni dolci) della famiglia delle Solanacee. Una delle caratteristiche principali del Peperoncino di Calabria è la sua elevata piccantezza.   Il peperoncino è considerato alimento fondamentale dell’intera Calabria, utilizzato nelle nella norcineria, nelle conserve ittiche, nei formaggi, in quasi tutte le ricette tradizionali. In Europa il peperoncino è arrivato con Cristoforo Colombo che l’ha portato dalle Americhe. Ma prima di quella data si era già diffuso in Asia e Africa “per vie diverse da quelle dei bianchi”. Si ha usato come medicina, come spezie aromatiche e per fare delle salse. Uno delle piatti più tipici della Calabria e la salsa di peperoncino piccante, che si può aggiungere a ogni pasta. Questa salsa si può conservare in dispensa per usarla ogni tanto (meglio si è in inverno), è un condimento perfetto per qualsiasi tipo di pasta. salsa-peperoncino-da-conservare-anteprima-600x600-949424 Scopri come farla. (Per manipolare i peperoncini si deve usare degli guanti di latex, così evitiamo irritazione alla pelle o agli occhi.) Ingredienti
  • peperoncini rossi freschi, 500gr                        Tempo di preparazione: 15 minuti + 7 ore di riposo.
  • olio evo, 2 cucchiai
  • sale grosso
Preparazione Pulire i peperoncini con un panno pulito da cucina, inumidito. Asciugateli e tagliateli a metà nel senso della lunghezza. Prendete ora uno scolapasta e adagiatevi all’interno un panno da cucina pulito. Ricoprite con uno strato di sale grosso e, successivamente con uno di peperoncini, quindi ancora sale. Proseguite a formare i diversi strati, finché i peperoncini non saranno terminati, quindi ricoprite il tutto con uno strato finale di sale grosso. Ultimate posizionando una pentola piuttosto pesante sopra l’ultimo strato di sale: in questo modo il peso aiuterà a far fuoriuscire l’acqua dai piccoli ortaggi rossi. Posizionate lo scolapasta all’interno di una bacinella, in modo tale che l’acqua non vi sporchi la cucina. Mantenete la posizione per almeno sette ore. Trascorso il tempo indicato, private del sale i peperoncini e riponeteli all’interno del mixer da cucina insieme ad un paio di cucchiai di olio extra vergine di oliva, finché non avrete ottenuto un composto liscio ed omogeneo. Travasate infine il tutto all’interno di alcuni vasetti precedentemente sterilizzati. Chiudete poi i barattoli e metteteli a bollire all’interno di una pentola colma di acqua, fino a sentire il clac del tappo. A questo punto, riponete la vostra salsa ai peperoncini in un luogo fresco e asciutto per almeno tre settimane prima di gustare. Buon appetito!

Corsi di Lingua e Cultura Italiana e Corsi di Lingua Straniera

Formazione Professionale in Scuole ed Istituti Superiori

Master Monografici e Corsi di Formazione Monografici post-laurea

Interscambi culturali: arte, cultura, musica, cinema, teatro, danza, sport, spettacolo